[TESTO] 'O Fra' (da La Grande Madre, 2012). Significato della canzone

Il brano di Pino Daniele "'O Fra" è incluso nel uso ultimo disco di inediti "La Grande Madre", pubblicato nel 2012.

Significato

'O Fra' a cui Pino scrive queste parole è Enzo Avitabile, il grande musicista napoletano.
I due artisti si conoscevano fin da ragazzi, quando insieme suonavano nei Batracomiomachia (gruppo jazz-rock formato anche da Rino Zurzolo, Rosario Iermano, Paolo Raffone, Enzo Ciervo e Giovanni Battell).
Il gruppo provava in una delle grotte del quartiere Sanità dove trascorrevano pomeriggi interi a suonare: il nero a metà ricorda proprio quei tempi ("stongo ancora sotto ‘a grotta..."), consapevole che la nostalgia può ingannare e far vivere di soli ricordi ("è ‘a nustalgia che ce fotte..").

Per rendere più forte il legame con l'amico, nel testo Pino usa la parlesia, l'antico linguaggio in codice usato dai musicisti napoletani per comunicare fra di loro senza farsi capire tra di loro.

TESTO 'O Fra'

'O fra' pare’ ca nun veco e nun sento
ma nun me scuordo tengo sèmpe a mente
è ‘a nustalgia che ce fotte
Vicie’ siente a ‘mme
stongo ancora sotto ‘a grotta
‘ncoppa ‘a vespa, tre lampioni ‘nnanze,
abbàscio ‘a litoranea fra

O fra’ pare’ ca nun veco e nun sento
ma si nun so’ buòno nun so' manco malamènte
Vincie’ fa’ ‘imbert,
pecché è una grande bagaria

Appunisc
‘o jamm’ sponisc parlesia
Appunisc
è semp nu fatt ‘e bbanesie
Appunisc
Vicie’ fa ‘imbert
Appunisc
fa ‘imbert ausck!

NON PERDIAMOCI DI VISTA


Privacy Policy - Personalizza tracciamento pubblicitario